Itinerari turistici artistici e culturali

Forte Spagnolo (Portopalo di Capo Passero)


A Portopalo di Capo Passero ci sono ancora i resti della tonnara della famiglia Bruno di Belmonte. Ma la costruzione più imponente e storicamente importante è la fortezza svevo-aragonese che si staglia sul punto più alto dell'isola. Fu rafforzata e arricchita nel corso di vare epoche, particolarmente nell'età di Carlo V. La sua funzione era quella di difendere la zona dalle frequenti incursioni piratesche. Il forte, tra i più importanti della Sicilia orientale, ha la pianta quadrata e sorge su un pianoro a 20 metri sul livello del mare. La cortina muraria presenta pochissime finestre. L'ingresso è volto a oriente e si accede per mezzo di una lunga scalinata a due rampe disposte a forma di lettera L. Il portale è sormontato da uno stemma in pietra calcarea con l'immagine dell'aquila imperiale. Tutt'intorno al cortile interno sono disposte delle camerette squadrate con volte a botte. Al piano superiore erano situati gli alloggi degli ufficiali del presidio. Un locale al piano basso fu adattato a chiesa parrocchiale dedicata all'Annunziata nella quale si ritiene furono seppelliti alcuni defunti nel corso del Seicento, come testimoniato dalle lapidi rimaste sul posto.

 

fonte: Regione Sicilia

 

© 2002/2004  Art Advertising