Itinerari turistici artistici e culturali

Castello normanno di Erice


Se si vogliono rivivere i fasti del Medioevo bisogna salire fin quasi a toccare le nuvole per arrivare a Erice, antico borgo di origine fenicia, dove tutto è rimasto come allora. Considerata l'Assisi del Mezzogiorno, questa città fortificata, situata in vetta al Monte S. Giuliano di fronte al mare di Trapani, è caratterizzata da un cinta muraria triangolare che racchiude nel vertice sud il castello risalente al XII-XIII sec. Sorge su un'area dove in epoca romana c'era un tempio dedicato al culto di Venere Ercina, dea dell'amore e della fertilità. Qui in epoca normanna al posto del tempio diroccato venne costruita una fortezza cinta da possenti mura e protetta da torri più avanzate, le Torri del Balio, un tempo collegate al castello tramite ponte levatoio. Il carattere difensivo del castello è ancora oggi testimoniato dal "piombatoio" sito sopra il portone d'ingresso, arricchito dallo stemma di Carlo V di Spagna e da una bella bifora. Dal belvedere lo sguardo spazia tutt'intorno offrendo una superba vista che abbraccia Trapani e le isole Egadi a ovest, le torri a nord, la torretta Pepoli in basso, la Chiesa di S.Giovanni, la costa con Bonagia, il monte Cofano e, se c'è bel tempo, anche Ustica.

fonte: Regione Sicilia

 

© 2002/2004  Art Advertising