Itinerari turistici artistici e culturali

Castello di Castelbuono


La sua costruzione iniziò nel 1316 per volere del conte Francesco I di Ventimiglia sui ruderi dell'antico centro bizantino di Ypsigro, sito sul colle S. Pietro; donde l'appellativo di "Castello del buon aere", da cui deriva il nome Castelbuono. Durante il XVII sec. furono apportate radicali trasformazioni per esigenze d'abilità, essendovisi trasferite alcune famiglie dei Ventimiglia da Palermo. Il castello, per la sua posizione geografica a valle, non ebbe mai finalità strategiche. Presenta caratteristiche arabo-normanno e sveve: la forma a "cubo" richiama l'architettura araba, le "torri quadrate", pur se incorporate a quelle del prospetto, rispecchiano l'architettura normanna come pure la merlatura, la "torre cilindirca" esprime moduli d'architettura sveva. Il palazzo si sviluppa su tre piani: il primo ad uso della servitù con i servizi, il secondo per i nobili con la sontuosa Cappella Palatina e il terzo destinato alla corte e agli ospiti. La Cappella Palatina fu realizzata nel 1683 dai fratelli Giuseppe e Giacomo Serpotta con grande profusione di marmi preziosi, stucchi, putti e fregi che ricordano i momenti più fulgidi della vita della grande casata. Qui un'urna che fa da piedistallo al mezzobusto scultoreo d'argento della patrona di Castelbuono, custodisce le reliquie di S.Anna. Non mancano i classici sotterranei con le segrete ed una galleria che conduce alla Chiesa di S. Francesco.

fonte: Regione Sicilia

 

© 2002/2004  Art Advertising